Il Padrino

Cast : Marlon Brando, Al Pacino, James Caan, Robert Duvall
Regia : Francis Ford Coppola
Musiche : Nino Rota
Anno 1972


Il film è uno spaccato realistico e dettagliato sul mondo della mafia italo-americana degli anni quaranta post - seconda guerra mondiale, dove a governare erano i padrini e dove gli affari andavano avanti attraverso scambi vicendevoli di "favori". Don Vito Corleone è il boss di una famiglia mafiosa di New York, che si è sempre limitata ad alcune attività tra cui il gioco d'azzardo. Quando alcuni gangsters sostenuti da un'altra famiglia, i Sollozzo, annunciano di voler intraprendere lo spaccio di droga su tutta New York, Don Vito si oppone e sarà l'inizio di una lunga serie di vendette dove verrà ferito anch’egli. Don Vito nomina "padrino" il figlio Michael il quale, dopo la morte del padre, assume le redini con inaudita fermezza.

"Il Padrino" è da molti considerato il film più bello della storia della cinematografia, mentre l'interpretazione di Marlon Brando (premiato con l'Oscar) la migliore mai vista sullo schermo. Certamente la seconda considerazione è difficile da non condividere, poiché ogni volta che il grande attore è in scena , con quelle guance appesantite e quella voce rauca , soggioga completamente lo spettatore. Sulla prima opinione invece , ben più impegnativa , molte sono , a ragione , i dissensi all’interno della critica cinematografica. Francis Ford Coppola, con il suo sguardo attento e ricercato, è bravissimo nel dare corpo alle ambiguità di questo mondo, costellato da personaggi sì apprezzabili per valori quasi estinti come l'attaccamento alla famiglia ed il senso dell'onore, ma che non si fanno scrupolo di utilizzare qualsiasi mezzo per proseguire nelle loro attività. Il regista in questa operazione è coadiuvato da una solidissima sceneggiatura, tratta dall'omonimo best-seller di Mario Puzo, che caratterizza con grande cura tutti i protagonisti, sia i principali che i secondari, e dal talento di un cast d'attori irripetibile. Michael Corleone in particolare, il figlio del padrino interpretato da Al Pacino, con la sua vera e propria metamorfosi, che fa da filo conduttore a tutto il racconto, è il personaggio più interessante e complesso.

3 OSCAR 1983:
MIGLIOR FILM, MIGLIOR ATTORE PROTAGONISTA (MARLON BRANDO), MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE




padrino